ASILO FISCALE Cover Image
ASILO FISCALE Profile Picture
12 Utenti
26 w - Tradurre

https://docs.google.com/forms/....d/18zInzESczFJD7ODZ_

image
30 w - Tradurre

Info: https://docs.google.com/forms/....d/18zInzESczFJD7ODZ_

image
30 w - Tradurre

ADESSO SI RAGIONA
Addio, certificato verde in Romania! Questo è tutto, si sono arresi completamente. Hanno ufficialmente riconosciuto
Addio, certificato verde in Romania! Questo è tutto, si sono arresi completamente. Hanno ufficialmente riconosciuto
Fonte: Dreamstime
“Addio, certificato verde in Romania! Almeno questo dà l'impressione dei leader politici rumeni al potere, sia dei liberali che del PSD. Sembra che abbiano rinunciato completamente all'idea, sulla base del fatto che questo documento doveva essere implementato prima dell'ondata 5, e ora è troppo tardi. Di recente, dopo Rafila e Cîțu, anche il leader del PSD Marcel Ciolacu ha avuto una reazione al riguardo.
Marcel Ciolacu , il leader del PSD, ha avuto mercoledì, in una conferenza stampa, una reazione senza precedenti sulla legge del certificato verde, che considera obsoleta nell'attuale contesto pandemico della Romania. "Una legge con un certificato è in ritardo", ha detto ai giornalisti.
Non è più il momento che il certificato verde sia obbligatorio in Romania, afferma Ciolacu
Marcel Ciolacu, presidente della PSD, ritiene che una legge sul certificato verde sia attualmente in ritardo.
"Allora è semplicemente venuto alla nostra attenzione. Una legge sui certificati è in ritardo. So di più che è un GEO in vigore con il certificato ", ha affermato mercoledì Marcel Ciolacu, leader del PSD, davanti ai giornalisti, secondo știripesurse.ro .”
La Romania a differenza dell’Italia e’ un Paese libero; il dibattito sul green pass non e’ monopolizzato da “ Televirologhi” e da Imbonitori televisivi a senso unico, ma aperto e costantemente di confronto tra tutte le parti. Il risultato da una analisi obiettiva, e’ stata quella che in questa ultima fase “ Omicron” i rischi di complicazioni gravi sono ridotte. Oltretutto il Paese e’ in piena espansione economica ( quest’anno si stima un + 7% del PIL) dopo un Anno “ difficile” come il 2020 che comunque ha tenuto un segno + ( 2,6%).
Quindi by by Green Pass

image
Luca Fibbi condiviso a post  
30 w

30 w

CONTRATTI DI AFFITTO IN ROMANIA
In un Paese in forte espansione economica ( salario medio ora ormai 735€ ) l’investimento immobiliare risulta molto positivo. E ne abbiamo gia’ disquisito giorni fa’.
Ma quali sono gli obblighi e le garanzie richieste per “ prendere in affitto” una casa?
Ecco gli aspetti salienti:
In Romania la contrattazione e’ assolutamente libera. Il canone viene offerto e l’inquilino ne valuta la convenienza per le proprie esigenze. Una volta accordatisi, l’Inquilino deve dare a garanzia UNA sola mensilita’ piu’ UNA mensilita’ corrente anticipata. Se interviene un’Agenzia immobiliare ad intermediare, a questa gli spetta MEZZA Mensilita’ pattuita come commissione.
Esempio per affittare un appartamento a 400€ mensili in Bucarest, tramite Agenzia .l’Inquilino deve sborsare 1000€ (400+400+20.
In Romania l’Inquilino non si intesta mai delle Utenze, ( luce, gas acqua e spese condominiali) che rimangono intestate alka Proprieta’.
La proprieta’ ha diritto di detenere una chiave dell’Appartamento ed essere ricevuta dall’inquilino ogniqualvolta ne fa’ richiesta con adeguato anticipo.
L’Inquilino, una volta stabilita la data della scadenza mensile della pigione, deve puntualmente pagarla alla Proprieta’.
E’ amnesso al massimo un ritardo di 5 giorni per il pagamento, oltre ai quali , se non soddisfatta, la Proprieta’ puo’ rivolgersi alla stazione di Polizia piu’ vicina, e con in mano il contratto, ed il supporto della forza pubblica, puo’ sfrattare seduta stante l’inquilino moroso.
E’ in forza di questa legge cosi’ rigida , che la garanzia richiesta per stipulare un contratto e’ cosi’ piccola ( una mensilita’). Non ci sono eccezioni per evitare lo sfratto, anche in presenza di anziani, minori o persone handicappate nel nucleo domiciliato. Quasi tutte le locazioni sono ammobiliate e pronte per abitarci.
Per gli aspetti fiscali, rimando ad un ulteriore post.

image
30 w - Tradurre

PROPRIETA’ IMMOBILIARI IN ROMANIA ( parte 1)
Dopo aver parlato di Auto, un’altro bene che potrebbe essere opportuno detenere in Romania e’ la casa. Personalmente ho esperienza sia per la citta’ che per la campagna. In capitale, come in tutte le citta’, gli appartamenti sono normalmente di modesta metratura. se paragonati a quelli in uso in Italia.
Nei palazzi ( Bloc ) si trovano Monolocali ( Garaoniere) da 20/35 mq , oppure Appartamenti da 2 camere, o tre camere ( da 45 a 75 mq). In Bucarest, i prezzi variano da 700 a 1500 € al mq, a seconda della zona. Ad esempio una Garaoniera del settore 6 puo’ costare 30.000€ , mentre la stessa nel settore 2 o 1 anche 45.000€.
Diciamo che in una zona semicentrale come la mia, un appartamento due camere vi puo’ costare non piu’ di 80.000€ . Le costruzioni sono tutte rigorosamente antisismiche se costruite dopo il 1977 ( anno del devastante terrenoto ( cutremur) di Bucarest, mentre per le altre bisogna far attenzione che non abbiano il “ bollino rosso” sulla facciata, ad indicare che sono a rischio sismic che costano decisamente meno) e quindi non performanti in caso di evento sismico. I migliori appartamenti in fatto di solidita’ , sono quelli costruiti nell’ Epoca del Presidente Ceausescu, realizzate dallo Stato e senza lesinare sui materiali strutturali (1977-1989). Oltretutto costano meno di quelli nuovi, ma sicuramente garantiti nella solidita’ strutturale. Quando ero in affitto, ne cambiai due, di questo tipo.
Uscendo dalla Capitale, ad una manciata di Kilometri trovate villini di campagna, spesso con terreno attorno a prezzi appetibili ( anche 25.000€ ). Ovviamente necessitano di ammodernamento ( bagno e cucina spesso da fare) ma vi immergono nella natura ancora genuina , senza distaccarvi eccessivamente dalla Capitale ( luogo di lavoro per me ad esempio).
In Romania non esiste l’IMU, La TARI e tutta la compagnia nota in Italia. Si paga solo una tassa minima ( appartamento 50€ circa, campagna idem) una volta l’anno.
In Citta’ gli appartamenti sono gestiti da “ Associazione dei Proprietari” che nominano un amministratore Condominiale, spesso un membro di jna famiglia che vive nel palazzo. Non ci sono ( purtroppo dico io) vincoli per l’omogeneita’ delle facciate, e quindi non stupitevi se ognuno sceglie tende ed infissi nello stesso palazzo di colori e fatture diversi: qui e’ normale.
Per il momento non si fa’ la raccolta differenziata dei rifiuti in citta’, mentre in Campagna non vi e’ l’obbligo di pagare una tassa rifiuti, essendo volontario l’abbonamento alla raccolta rifiuti davanti al vostro cancello ( che vi consiglio ovviamente) da contrattualizzare nel Comune stesso.
Questa prima parte la finisco qui… continua…..

Info: https://docs.google.com/forms/....d/18zInzESczFJD7ODZ_

image
Su di noi

Questo gruppo NON parla di Politica e non disquisisce detto tema. Parla solo di Imprenditoria, le sue problematiche e le soluzioni per chi vuole ascoltarci.